Bunny Man

Questa è una leggenda metropolitana Statunitense che circola da qualche decennio, chissà se c’è qualche verità in essa. Seppur abbia qualche decennio è apparsa pubblicamente a fine anni 90, a renderla pubblica sul web è stato Timothy C. Forbes. Ci troviamo nella città di Clifton, Virginia è il 1904; i cittadini del posto firmano una petizione per poter far chiudere un manicomo criminale nei pressi della città . La petizione viene accolta ed i detenuti trasferiti in un altro luogo per poter così abbattere la struttura, durante il trasferimento dei detenuti uno dei bus che li accompagna ha un incidente, causando così la morte del conducente e di alcuni detenuti, gli altri ancora in vita riescono a scappare, in breve tempo, ogni fuggitivo viene ritrovato, eccetto uno. Nei giorni successivi, i cittadini fanno una strana scoperta; su degli alberi vicino ad un sottopasso di una ferovia ci sono carcasse di conigli. Il nome del fuggitivo mai più ritrovato era Douglas J. Grifon, ma dopo i strani ritrovamenti di carcasse di conigli viene soprannominato “The Bunny”
L’uomo coniglio. In questa prima versione raccontata si narra che esso venne ritrovato dalla polizia ma riuscì a fuggire, ma scappando fu preso in pieno da un treno. Dopo che l’uomo coniglio morì venne svelato il motivo della quale era in un manicomio criminale; aveva ucciso tutta la sua famiglia e alcuni innocenti
bambini, proprio nel giorno di Pasqua.
Durante il 1970 si sono fatti strani avvistamenti di un uomo col costume da coniglio, che minacciava i passanti. Esattamente il 19 ottobre 1970 ci fu il primo avvistamento; Due giovani fidanzati stanno andando dai loro parenti, quando il ragazzo dal retrovisore vede strani movimenti, subito dopo ecco apparire l’uomo col costume da coniglio che si avvicina al finestrino del passeggero,colpendolo e frantumandolo,
il ragazzo velocemente in retromarcia scappa,sentendo l’uomo coniglio urlare.
Mentre i giovani ragazzi si recano alla Polizia, notano un ascia sul pavimento dell’auto, che molto probabilmente è l’arma usata dall’ uomo coniglio per frantumare il finestrino e non solo. I due giovani denunciano l’accaduto, il ragazzo descrive un uomo con un costume bianco e orecchie lunghe da coniglio, mentre la ragazza invece un uomo con un cappuccio bianco a punta. Il secondo avvistamento risale a soli dieci giorni dopo il primo.
Una guardia notturna vede un uomo col costume da coniglio che con un accetta colpisce il portico di una casa, denunciando anche lui l’accaduto.
La polizia accoglie le denunce aprendo il caso ma per mancanza di prove dopo poco li chiude. Nelle settimane successive oltre 50 persone affermano di aver visto il famoso Uomo Coniglio. Nonostante questa è una storia inventata molte persone hanno tutt oggi timore di poter incontrare l’uomo coniglio. A Clifton non c’è mai stato un manicomio criminale e nessun uomo dal nome Douglas J. Grifon.
Sarà vero, o hanno nascosto ogni prova dell’accaduto?
Nel 2011 è stato fatto anche un film riguardante l’uomo coniglio.

Anna De Falco

Articoli Recenti

Related Articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here