Estefania Gutierrez Lazaro

Nel 1990 a Vallecas in Spagna, una studentessa diciotenne ha da poco perso il suo fidanzato in un incidente motociclistico. La ragazza non essendo mai riuscita a superare questa perdita un giorno assieme ad una sua compagna di scuola, in un aula vuota, decise di comunicare con il suo ragazzo defunto, utilizzando così la Tavola Ouija. Le due ragazze iniziarono la seduta fino a quando venirono scoperte dalla loro insegnante dovendo così abbandonare la seduta bruscamente. Da quel giorno in poi iniziarono a manifestarsi eventi inquietanti. Estefania iniziò ad avere forti convulsioni e stati alterati di coscienza, dove vedeva delle persone alte e fameliche, queste persone la chiamavano dicendole di andare da loro. I familiari di Estefania confermarono che ad ogni ora del giorno anche loro sentivano rumori sospetti e di sentirsi osservati, avendo anche la sensazione che qualcuno o qualcosa si muovesse nell’oscurità. Nei mesi successivi Estefania visita diversi centri di salute, dove nessun medico riesce a diagnosticare ciò che la affligeva.
Ormai logorata sia fisicamente e mentalmente Estefania entra in coma, ricoverata il 14-08-1991 all ospedale di Rigorio Maradon, dove dopo poco la ragazza diciottenne morì, in circostanze alquanto strane. Anche se ciò sembrerà strano e assurdo, prorpio dopo la morte della ragazza inizia la parte più inquietante.
L’intera famiglia Gutierrez inizia a subire sulla propria pelle un incubo. La casa sembra essere poseduta, le porte e le finestre iniziano ad aprirsi e chiudere da sole bruscamente, così come i crociffissi
vengono staccati violentemente, come se non bastasse, la famiglia durante la notte sente voci strane e le presenze si fanno sempre più  invadenti e altrettanto minacciose. Molte volte la famiglia si svegliava con muri graffiati e i mobili spostati e non di poco ma di metri.
Alle 2.30 di una notte, dove i fenomeni erano più violenti del solito, la famiglia chiama la polizia, attendendo il loro arrivo fuori dall’ abitazione. Una volta arrivata la polizia anche essi vengono sconvolti da ciò che vedono mettono al rapporto tutto.
I poliziotti scioccati da ciò che vedono non riescono a stare in quella casa un momento in più. L’evento che di più fece rabbrividire la famiglia di Estefania, fu di una mattina dove videro una sua foto scaraventata a terra dove la parte interna della foto era bruciata. Secondo la famiglia, la diciottenne era ancora in quella casa con loro.

Anna De Falco

Articoli Recenti

Previous articleLa leggenda di San Patrizio
Next articleTavola Ouija

Related Articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here