Il triangolo delle bermuda

Nanni Orcu, la leggenda degli orchi del Salento

di MARIO CONTINO - Tra le più belle ed antiche leggende pugliesi, questa volta proprio del Salento, occorre citare quella relativa "all'Orco Nanni" o come...

È unan zona dell’oceano Atlantico settentrionale che ha la forma immaginaria di un triangolo, i cui vertici sono: vertice Nord (il punto più meridionale dell’isola principale dell’arcipelago delle Bermude). Vertice sud(il punto più orientale dell’isola di Porto Rico). Vertice Ovest (il punto più a Sud della penisola della Florida). In relazione a questa vasta zona di mare,di circa ,1 100 000 km²,a partire dagli anni 50 è diventato famoso per la scomparsa misteriosa dal 1800 in poi di navi

e aeromobili, motivo per cui venne soprannominata “triangolo maledetto “o “triangolo del diavolo”. Secondo Charles Berlitz,ufologo, si verificherebbero misteriosi fenomeni del paranormale e ufologici. Nonostante la reputazione “maledetta “,derivante soprattutto da opere di divulgazione mistrriologica come quelle di Berlitz,secondo gli “esperti”il triangolo delle Bermuda non è affatto superiore di incidenti ad altre zone della terra in ambito di aeromobili.

una bassa minoranza di “esperti”invece ritiene che la percentuale degli incidenti sia significativamente più alta della media proponendo varie spiegazioni naturali.ad esempio,secondo i ricercatori dell’università di Southampton dell’altezza di 30 metri(100 piedi),che vengono create dalla convergenza di tre correnti. Le prime notizie di sparizioni inusuali nel triangolo delle Bermuda risalgono al 1950 ad opera di Edward Van Winkle Jones in un articolo del 30 settembre per associated press. Due anni dopo il magazine Fate pubblicò “Sea mystery at our back door”,breve articolo di George X. Sand che riportava la presunta sparizione di molti aerei e navi inclusa la sparizione del Volo 19 e di un gruppo di cinque navi della United states navy. Questo articolo segna l’inizio del mito del triangolo delle Bermuda per come è conosciuto oggi. Tale articolo inoltre fu il primo a formulare una ipotesi soprannaturale per le sparizioni.

Un ulteriore articolo fu pubblicato nel 1964 da Vincent Gaddis che pubblicò anche un libro intitolato invisble horizons dove approfondiva i temi trattati. Oltre a Berlitz,molti ufologici hanno avanzato l’ipotesi che le sparizioni misteriose di aerei e navi nel triangolo delle Bermuda siano da imputare a possibili extraterrestri. Secondo tale ipotesi,gli extraterrestri considerano come loro territorio di volo l’area del triangolo delle Bermuda,essendo area da loro frequentata da secoli(è ciò che disse il George Adamski,il più famoso dei contattisti)e non tollerano la presenza di nessuno. Negli anni sono state formulate altre teorie sulle sparizioni. Vari autori collegano tali fenomeni ad inusuali anomalie magnetiche,oppure alla presenza di strati di metano che avrebbero imprigionato le navi e aeromobili.

Articoli Recenti

Related Articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here