Site icon Mystery and Paranormal

Il volto misterioso di Palazzo Vecchio

importuno michelangelo

Firenze è ricca di aneddoti e piccoli misteri. Uno di questi segreti si trova proprio nel posto forse più iconico della città, ovvero all’esterno di Palazzo Vecchio. Si tratta di un volto ben visibile su una delle pietre del palazzo, che si trova precisamente sulla parete a destra dell’edificio, dietro la scultura “Ercole e Caco” di Baccio Bandinelli.

Neanche a farlo apposta, la leggenda di questo volto sarebbe legata alla figura di Michelangelo Buonarroti. Ci sono versioni popolari differenti sulla sua origine. La prima e la più famosa racconta di un uomo che era solito importunare il grande Buonarroti, assillandolo con domande e richieste noiose che infastidivano il maestro. Così un giorno Michelangelo decise di ritrarre il volto del disturbatore proprio sulla facciata del palazzo. Da qui il nome di “Importuno di Michelangelo”, che addirittura sarebbe stato scolpito dall’artista con le mani dietro la schiena per fingere di ascoltare l’uomo mentre parlava.

L’altra versione invece vuole che l’artista fu colpito dall’espressione di un condannato a morte che passava proprio da Palazzo Vecchio. In assenza degli strumenti per ritrarlo con precisione e per mancanza di tempo, l’artista lo scolpì in fretta e furia, proprio sulla facciata di Palazzo Vecchio. Una scelta che spiegherebbe la semplicità del ritratto, giunto fino ai giorni nostri.

L’opera è stata generalmente ignorata dagli studiosi e non se ne trova traccia in nessuna pubblicazione accademica.

Exit mobile version