La strega di Blair

Nasce la storia nel 1771 a Maryland, città molto piccola, con due strade e una dozzina di case per 14 anni la città era
tranquilla fino a quando nel 1785 Elly Kedward viene accusata di Stregoneria.
Alcuni bambini del posto dissero alle autorità che la donna li avesse portati nella sua abitazione prendendogli il sangue
con degli strani strumenti. Durante lo stesso inverno viene accusata colpevole di stregoneria e viene espulsa dal paese, ma viene lasciata nuda nella foresta per punizione causando così la sua morte. Teoricamente la donna morì di freddo, ma alcune persone dissero di averla trovata in una pozza ghiacciata mentre cercava
rifugio nella foresta. L’anno successivo ogni persona, adulti e bambini che l’avevano accusata di stregoneria scomparvero, senza lasciar alcuna traccia.
I cittadini increduli all accaduto, accusarono così la strega, giurando di non menzionare mai più il suo nome invano per non attirare maledizioni in paese. Nel 1809 in una casa abbandonata si trovò un libro, con la copertina avente la scritta “Il culto della strega di Blair” il libro essendo danneggiato si poteva leggere ben poco, ma da quel che si leggeva c’erano scritte le analogie con Elly Kedward. Il paese nel 1825 cambiò nome in Burkittsville con la paura che tornava a bussare alle porte, perchè trovarono un bambino morto, annegato nel torrente. Nel mese di Agosto, molte persone giurarono e testimoniarono di aver visto una mano pallida uscire dall’acqua e tirar giù una ragazzina sui 10 anni, ma nonostante gli sforzi delle autorità e dei cittadini, il corpo della bambina non fu mai trovato. Per metà secolo la città rimase tranquilla e ciò che era succeso ormai era solo un brutto ricordo lasciato alle spalle, fino a quando nel 1886 un altro bambino scomparve, era insieme alla sua mamma che cercava delle castagne. Iniziarono le ricerche del bambino ma per due giorni senza alcun esito, lo sceriffo mandò un altra squadra alla ricerca ma quel che videro era veramente terrificante.
La prima squadra venne ritrovata, ma c’erano solo alcuni pezzi, i loro corpi erano stati sventrati e sparsi in giro, con le facce
deformi e mani legate. La seconda squadra torna in città a far rapporto scioccati e dicendo di rifiutarsi di andare nuovamente nel bosco. Lo sceriffo così decise di andare lui stesso a recuperare i corpi, ma inutile dire che non trovò la minima traccia di corpi. Non vennero mai ritrovati i corpi di alcuna persona scomparsa. Nel 1925 un cittadino dal nome Rustin Parr decise di costruire una casa nel bosco automaticamente chi lo conosceva disse che era impazzito nel voler fare questa azione. La vita ormai tranquilla fu spezzata immediatamente quando una bambina venne ritrovata nell’ abitazione di Parr, questa bambina non fu l’unica vittima di quella casa, sei bambini oltre a lei vennero uccisi. Un ragazzino che aveva assistito raccontò che strani riti furono fatti da Parr e una donna dalla carnagione molto pallida
con occhi neri e dalla voce stridula. Il ragazzino nonostante si salvò ed era sopravvissuto a ciò che vide, causò tanti problemi in città e a causa dei traumi subiti si suicidò. Al giorno d’oggi è ancora visitabile il posto, molte persone cercano la famosa strega senza avere successo. Ma chissà se a breve avremmo aggiornamenti su nuove scomparse, la maledizione non è mai finita, questa è l’unica cosa sicura.

Anna De Falco

Articoli Recenti

Related Articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here