More

    Tavola Ouija

    La tavola Ouija fu inventata nel diciannovesimo secolo dall avocato Elijah Bond e Charles Kennard. William Fuld le diede il nome Ouija, dove il significato è sempre lo stesso termine, “oui” Si in francese e “ja” Si in tedesco. Nel 1991 la Ouija passò alla Hasbro, divenendo così un giocattolo per bambini. L’ ouija è una tavoletta di legno con sopra, lettere dalla A alla Z, numeri da 1 a 9, Si e No, il saluto ed infine la planchette la planchette è l’indicatore, grazie ad esso comunichiamo ed otteniamo le risposte da ogni entità che si manifesta a noi. I partecipanti alla seduta si mettono in cerchio mettendo l’indice della mano destra sulla planchette, evocando così l’entità con la quale desiderano comunicare. Bisogna aver pazienza nella risposta, non sempre la risposta è immediata. Se la planchette inizia a muoversi vuol dire che l’entità ci sta rispondendo. Non bisogna per alcun motivo abbandonare la seduta senza salutare l’entità, salutando l’entità se anche esso saluta a sua volta il portale è chiuso.
    E’ bene usare delle candele bianche per tenere lontani le entità pericolose, non sempre risponde l’entità che noi vogliamo evocare, anche per questo sarebbe saggio per la prima volta che la si vuole utilizzare avere qualcuno con esperienza che dirige la seduta. Oltre alla parte “spirituale” della ouija c’è acnhe la parte razionale. La parte razionale si chiama “effetto ideomotorio” che è composto da due termini in uno idea e motoria. Vuol dire quindi che è una reazione inconscia mentale che crea un effetto meccanico del corpo della persona che dirige la seduta, praticamente la nostra convinzione va a creare movimenti involontari inconsci.

    A mio parere è giusta la parte spirituale, ma consiglio a tutti coloro che vogliono utilizzare la ouija di esserne convinti realmente e di prendere ogni precauzione possibile affidandosi a chi è esperto. Non è un gioco e può essere pericoloso se non usata bene.

    Anna De Falco

    Articoli Correlati

    Il filo rosso del destino

    Il Filo Rosso del Destino. Questa leggenda nasce in oriente, e narra che le persone destinate ad incontrarsi, siano legate dall'invisibile filo rosso. Questo filo non potrà mai sparire, rimarrà sempre legato, nonostante il tempo e...

    Edvard Munch

    Edvard Munch. Edvard Munch nasce a Løten, una piccola cittadina Norvegese il 12 dicembre 1863, secondo di cinque figli. La famiglia si trasferì a Christiania (nome originario di Oslo, capitale di Norvegia) nel 1864, dove Edvard...

    William Shakespeare

    William Shakespeare. William Shakespeare è uno dei più grandi drammaturgi e poeti Inglesi. Nato a Stratford-Upon-Avon, ad aprile del 1564. William è il terzo figlio, con altri sette fratelli, la sua famiglia sopravvive alla peste che...

    Romolo e Remo: Leggenda e fondazione di Roma

    Romolo e Remo: La leggenda e fondazione di Roma. Come molti sapranno, Romolo e Remo nella tradizione sono due fratelli gemelli. Uno dei due fratelli, tracciò un solco, ad indicare le mura per la nascita di...

    Il Bacio Eterno

    Il bacio eterno. Gli amanti di Hasanlu, son resti umani che sono stati scoperti nel 1972 nella parte nord-occidentale dell' Iran di ora, da un team Americano, nel sito di Teppe Hasanlu. Son stati ritrovati in...
    spot_img

    Ultimi Articoli

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui